COMPILA IL FORM PER INVIARE UNA MAIL

Ti segnaliamo che i campi evidenziati con un asterisco sono obbligatori *
MESSAGGIO

LUCE PER LO SPORT DILETTANTISTICO E AMATORIALE

Gli impianti di illuminazione estendono l’utilizzo delle aree sportive amatoriali indoor e outdoor anche durante le ore serali. Ecco tutto quello che c’è da sapere su progetti, soluzioni, tecnologie per lo sport dilettantistico.


Il 2021 sarà certamente ricordato per gli straordinari successi ottenuti dagli atleti italiani in molte discipline sportive. Ma bisogna ribadire che gli ottimi risultati non sarebbero stati raggiunti senza le molte strutture e i complessi sportivi sparsi in tutto il territorio nazionale. E la qualità di questo sistema diffuso si misura anche in termini di dotazioni impiantistiche. Ci riferiamo qui in particolare alla dotazione di impianti di illuminazione. Questa è una presenza basilare per lo sport professionale ma anche per andare incontro alle persone che praticano tanti sport a livello amatoriale o dilettantistico. Molti devono conciliare, nell’arco della giornata, le ore riservate al lavoro con quelle dedicate alla propria passione sportiva, e quindi si trovano a frequentare nelle ore serali o notturne centri sportivi, campi di gioco, luoghi adibiti a pratiche sportive di ogni genere. Da qui la necessità di dotare queste strutture di efficienti impianti di illuminazione. Grazie alla luce artificiale aumenta il tasso di utilizzazione delle strutture indoor e outdoor dedicate allo sport, a vantaggio di una gestione maggiormente redditizia, considerando il loro utilizzo in un ampio arco temporale.

LA VISIONE IN CAMPO

La funzione principale di ogni impianto illuminotecnico consiste nel rendere visibili gli spazi attrezzati delle varie discipline sportive. Bisogna tuttavia tener conto che cambiano i livelli della prestazione sportiva nelle competizioni ricreative, amatoriali o professionali in ambienti interni (indoor) ed esterni (outdoor). Negli sport amatoriali e ricreativi la presenza di persone che presenziano è di solito limitata (oppure assente) e quindi le strutture ricettive hanno ridotte dimensioni. In questi casi occorre garantire la buona visione soprattutto per i praticanti. Al fine del corretto ed equilibrato confronto sportivo è necessario creare le condizioni per garantire visioni nette e precise, spesso in rapida successione, che si estendono a tutta l’area o all’intero campo di gioco e che spesso hanno come oggetto principale specifici attrezzi (pallone, palla, pallina, strumenti di vario genere), e in generale tutto ciò che può assumere un ruolo importante nella dinamica della competizione. Si pensi alle linee bianche di demarcazione dei campi, oppure ai rapidi movimenti dei giocatori o degli atleti.

Atleti e praticanti devono raggiungere rapidamente e mantenere per tutto il tempo della prestazione un alto grado di concentrazione. In molte discipline i movimenti degli atleti non sono prevedibili; il loro campo visivo cambia incessantemente e in maniera affatto casuale, abbracciando tutte le zone all'interno dell'area di gioco e nello spazio intorno ad essa, come accade nel basket e nel volley. In altri casi, per esempio le specialità dell'atletica leggera, il bowling, la boxe, le direzioni di osservazioni sono in gran parte prevedibili e ciò facilita la ricerca delle condizioni di massimo e costante comfort visivo.

In sintesi i principali parametri di valutazione sono: illuminamenti orizzontali Eh medi mantenuti su tutta l’area di gioco e uniformità generale degli illuminamenti orizzontali data dal rapporto tra illuminamento minimo e medio (U2 = Emin / Emed). I valori raccomandati dalle varie istituzioni sportive oscillano in base al tipo di sport a livello amatoriale tra i 75 e i 500 lux per gli illuminamenti; per quanto riguarda l’uniformità i valori sono compresi nell’intervallo tra 0.5 e 0.7.

PRODOTTI PER SISTEMI DI ILLUMINAZIONE AD ALTA EFFICIENZA

Particolare importanza riveste la scelta degli apparecchi per ottenere le prestazioni degli impianti indicate. Oggi l’industria del settore offre prodotti di alta qualità con requisiti di funzionalità, sostenibilità, durata di vita e contenimento dei consumi energetici. È molto apprezzata la possibilità di gestire, in base alle esigenze di utilizzo, la quantità di flusso luminoso con la sua regolazione tramite sistemi DALI, DALI2 o DMX. La gestione può essere condotta da remoto con un semplice cellulare attraverso sistemi IoT. È possibile in questo modo avere gli illuminamenti adatti senza sprechi di energia per le competizioni importanti, per quelle amatoriali, per gli allenamenti e per il servizio di pulizia dell’area.

Nel progetto dell’impianto di illuminazione l’ottica degli apparecchi assume grande rilevanza: da essa, infatti, dipendono le prestazioni fotometriche degli impianti. Gli apparecchi più validi sono offerti con un’ampia gamma di ottiche riflettenti e lenticolari applicate ai singoli LED raccolti in moduli. Negli esterni, dove generalmente prevalgono le soluzioni su palo, torri-faro, o tralicci sotto la copertura delle tribune, sono molto utilizzate le ottiche a fascio asimmetrico e roto-simmetrico di varia apertura. Le prime consentono di ottenere buoni risultati nell’uniformità degli illuminamenti con soluzioni a pali di media altezza (10-20 metri), le seconde sono adottate per altezze di installazione superiori.

Negli ambienti indoor, con apparecchi installati a soffitto, o comunque al di sopra delle aree di gioco, si utilizzano le ottiche roto-simmetriche con aperture dei fasci di 30°, 60° e 90°. Se l’area o il campo hanno forme allungate (bocce, bowling, piste per varie discipline) conviene adottare l’ottica ellittica con fasci di differente apertura nei semipiani di sezione C0-180 e C90-270.

Errore nell'invio della richiesta.
Per favore riprovare più tardi!
Se l'account è antecedente il 2018,
si prega di effettuare una nuova registrazione
 
Se è già stato effettuato un accesso tramite login Social
utilizzare lo stesso tipo di login per accedere.
Grazie!
La tua richiesta è stata inviata con successo