COMPILA IL FORM PER INVIARE UNA MAIL

Ti segnaliamo che i campi evidenziati con un asterisco sono obbligatori *
MESSAGGIO

COME RIDURRE L'IMPRONTA ECOLOGICA CON SEMPLICI AZIONI MIRATE

Nell’epoca in cui il futuro dell’intero pianeta è minacciato dalla crisi climatica, è fondamentale pensare all’impatto complessivo delle proprie azioni: dai cambiamenti di grande portata ai singoli comportamenti di ciascun individuo.

Redazione 4 minuti


L’impronta ecologica dà un’indicazione della misura in cui l’uomo consuma le risorse naturali che produce il nostro pianeta. In altre parole, indica quanti ettari di bosco, terreni da pascolo, terreni coltivabili e mari siano necessari per rinnovare le risorse utilizzate e assorbire gli inquinanti e i rifiuti generati.

È sbagliato pensare che il nostro contributo sia infinitesimale davanti ai problemi ecologici mondiali.  Ognuno ha, infatti, la possibilità di fare la propria parte partendo da semplici scelte quotidiane. Oltre ai gesti più semplici, e ormai ben conosciuti, come un puntuale riciclo, un minore consumo di acqua, un’attenta gestione dei rifiuti, un minore consumo di carne o la scelta di elettrodomestici con una classe energetica virtuosa, esistono altre azioni che permettono di ridurre la propria impronta ecologica. Eccone alcuni che possono avere un grosso impatto sulla nostra produzione di Co2 e offrire al contempo un risparmio economico.

1. RENDERE LA PROPRIA CASA SMART

Fino a poco tempo fa dotare la propria casa di dispositivi intelligenti era piuttosto complesso e dispendioso. Oggi la maggior parte degli elettrodomestici e dei device di elettronica di consumo si interfacciano con i sistemi di Internet of Things e permettono la regolazione da remoto. Televisori, lampade, diffusori acustici e persino frigoriferi e lavatrici sono tra gli elementi più comuni che possono essere gestiti tramite il proprio smartphone per una maggiore comodità di utilizzo e per evitare che consumino più dello stretto necessario. Se si ha un dispositivo più datato, si può anche ricorrere a prese Smart in grado di attivarsi e disattivarsi a orari prestabiliti o essere controllate tramite semplici App.

2. UTILIZZARE SOLUZIONI DOMOTICHE

Similmente a quanto accade con gli elettrodomestici per la casa intelligente, poter gestire con precisione i propri impianti di riscaldamento, di condizionamento, e più in generale di termoregolazione permette grandi vantaggi in termini di consumi e quindi di riduzione dell’impronta ecologica. I nuovi impianti di riscaldamento e produzione di acqua sanitaria a pompa di calore, ad esempio, utilizzano un principio di scambio termico con l’aria esterna e non hanno alcuna emissione di gas combusti. I climatizzatori di nuova generazione utilizzano gas meno dannosi per l’ambiente e ottimizzano le proprie prestazioni in funzione sia della temperatura esterna, sia del grado di umidità. Importante in questo caso, è dotarsi di una centralina di controllo in grado di far dialogare correttamente ogni componente dell’impianto.

3. UTILIZZARE SOLUZIONI DI MOBILITÀ SOSTENIBILE

Le soluzioni per una mobilità alternativa e sostenibile oggi non mancano e sono sempre più accessibili. Auto e scooter elettrici, biciclette a pedalata assistita, soluzioni di sharing per muoversi all’interno delle grandi città, rappresentano, tutte assieme, una valida alternativa all’utilizzo delle vetture a motore termico. Se si sceglie di possedere un mezzo proprio è fondamentale considerare l’installazione, nel box, in giardino o nel cortile condominiale, di un efficiente punto di ricarica (i cosiddetti wallbox), tanto più se in grado di sfruttare un eventuale impianto a pannelli solari.

4. USARE SISTEMI DI ILLUMINAZIONE A LED

Una corretta illuminazione degli ambienti è importante sia per la produttività, sia per la sicurezza. Ridurre le spese per l’illuminazione non vuol dire necessariamente avere ambienti più bui o illuminati per un periodo di tempo inferiore. Le nuove soluzioni a LED permettono consumi estremamente bassi, specialmente rispetto alle luci a incandescenza e quelle alogene, con un’ottima resa luminosa. Oltre a quelle casalinghe, esistono tantissime valide soluzioni anche per l’illuminazione di giardini, uffici, garage, aree pubbliche ed edifici. Le soluzioni dimmerabili, ovvero la cui intensità del fascio luminoso è regolabile, permettono inoltre un grande comfort visivo anche nelle ore in cui l’illuminazione naturale si riduce fino a venire meno.

5. UTILIZZARE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILI

Specialmente in questo ultimo periodo c’è la massima attenzione ai consumi energetici. Il costo dell’energia e delle materie prime come il gas sta aumentando in tutto il mondo occidentale e questo sta impattando sia sui bilanci familiari, sia su quelli della filiera produttiva. L’installazione di un impianto a pannelli fotovoltaici rappresenta certamente una soluzione intelligente e permette sia un risparmio dal punto di vista economico, sia vantaggi ecologici, ma non tutti hanno a disposizione uno spazio dove collocarlo.  Una scelta alternativa lungimirante è quella di servirsi di fornitori che utilizzano per la maggior parte, o ancor meglio in maniera esclusiva, fonti rinnovabili per la produzione di energia, offrendo quindi la cosiddetta “energia pulita”.

La Giornata della Terra, conosciuta anche come Earth Day, è uno degli eventi che riesce a coinvolgere il maggior numero di persone in tutto il Pianeta: si tratta di una manifestazione internazionale che ha l’obbiettivo di sensibilizzare i cittadini relativamente alla sostenibilità ambientale e la salvaguardia del nostro Mondo. Rispettare e tutelare l’ambiente è infatti un impegno che deve coinvolgere tutti, dalle aziende ai consumatori finali Non ti resta che fare la tua parte.

Errore nell'invio della richiesta.
Per favore riprovare più tardi!
Se l'account è antecedente il 2018,
si prega di effettuare una nuova registrazione
 
Se è già stato effettuato un accesso tramite login Social
utilizzare lo stesso tipo di login per accedere.
Grazie!
La tua richiesta è stata inviata con successo